Domanda Come posso migliorare le prestazioni generali del sistema di Ubuntu?


Quali sono i tuoi consigli per migliorare le prestazioni generali del sistema su Ubuntu? Ispirato da questo domanda Mi sono reso conto che alcune impostazioni predefinite potrebbero essere piuttosto conservative su Ubuntu e che è possibile modificarlo con un rischio minimo o nullo se si desidera renderlo più veloce.

Questo non è pensato per essere specifico dell'applicazione (ad esempio, rendere più veloce la pagina di caricamento di Firefox), ma a livello di sistema.

Preferibilmente 1 suggerimento per risposta, con dettagli sufficienti per le persone da implementare.

Un mio paio sarebbe:

  • Installare precarico (tramite Software Center o sudo apt-get install preload);
  • Modificare swappiness value - "che controlla il grado in cui il kernel preferisce scambiare quando tenta di liberare memoria";

Quali sono i tuoi?

PS: Dal momento che questo non ha lo scopo di avere una risposta unica, ma piuttosto diversi suggerimenti utili, sto rendendo questo wiki della comunità immediatamente pronto all'uso.


335
2017-08-29 18:42


origine


Sarebbe una buona idea menzionare quanto sia efficace il tuo consiglio: quanto miglioramento hai fatto Avviso, o anche meglio, misurare? - Gilles
Non ho trovato alcuna prova che il cambiamento della swappiness abbia qualche effetto positivo. Potrebbe dare una sensazione temporanea di aumento delle prestazioni, che sembra diminuire abbastanza velocemente. Non ho visto alcuna prova concreta sotto forma di benchmark che proverebbe l'efficacia del cambiamento del parametro swapiness - txwikinger
Dubito che abbia avuto un notevole impatto sulle prestazioni. Gli tty non utilizzavano quasi memoria, né avrebbe avuto un utilizzo significativo della CPU. - txwikinger
Non è "l'ottimizzazione prematura la radice di tutti i mali"? (en.wikipedia.org/wiki/Program_optimization#Quotes) - Alejandro
@ Alejandro quella citazione presuppone che tu l'abbia fatto nel miglior modo possibile. - Thorbjørn Ravn Andersen


risposte:


Se sei "il Joe medio", quindi non fare nulla. Non giocherellare con programmi o impostazioni che non capisci. Non seguire i suggerimenti pubblicati su Internet come migliorare le prestazioni del sistema compilando alcuni software da soli o installando un kernel selfmade.

Alcuni di questi suggerimenti potrebbero darti miglioramenti minori delle prestazioni, ma alcuni di essi ti daranno un vero mal di testa, se hai cambiato le impostazioni sbagliate, disattivato il servizio sbagliato, installato il driver sbagliato ecc.

Pertanto, sii felice del tuo sistema ben funzionante. E BTW: perché dovresti aver bisogno di questi miglioramenti delle prestazioni del 5 percento? Non porterà a digitare più velocemente i documenti dell'ufficio o a modificare le foto delle vacanze in metà tempo.

E tanto per essere chiari: se non sei un Joe medio, ma uno sviluppatore / giocatore hardcore / ... che ha bisogno di un ciclo che puoi ottenere, non sei il bersaglio di questo commento ...


173
2017-08-30 16:50



Modificare le impostazioni e compilare il proprio kernel e software è un ottimo modo per imparare. Penso che dovrebbe essere incoraggiato, purché le persone sappiano che quando si rompono le cose male, potrebbe essere necessario reinstallare il loro sistema operativo. - Nerdfest
Solo le persone che vogliono veramente capire come funziona il kernel dovrebbero prendere in considerazione la compilazione del proprio kernel. Per la maggior parte delle persone, dovrebbero anche sapere che esiste un "kernel". Rimani con un kernel di riserva e puoi approfittare dei normali aggiornamenti software. - Brad Figg
@Brad, ah come sono cambiati i tempi :) Quando ho iniziato con Linux noi aveva compilare il nostro kernel poiché era prima che i moduli dinamici fossero implementati. Non mi manca però! - Thorbjørn Ravn Andersen
@Nerdfest Questo è un buon punto, il mio insegnante più importante del mondo Linux è stato senza dubbio il manuale di Gentoo ... Non ho mai avuto una GUI funzionante, ma ho imparato molto su come funziona un'installazione di base di Linux! E questo è praticamente lo stesso su tutte le distro - LassePoulsen
Sto giocando con ritocchi di prestazioni proprio ora per quello che sto imparando da loro. Detto questo, ci sono due casi in cui voglio sempre migliorare con Windows, e sto avendo lo stesso atteggiamento con Ubuntu: 1. Un sistema è così lento che ogni piccolo aiuto. 2. Un sistema è così veloce che non posso fare a meno di chiedermi che cosa può essere fatto! Sistemi mediocri lo lascio da solo :) Detto questo, un preciso +1 - Jon Hanna


Disabilitare l'avvio automatico di tutti i servizi che non sono necessari (o addirittura rimuovere completamente il pacchetto).

Molti pacchetti avviano automaticamente i servizi. Questi servizi utilizzano quindi memoria e CPU anche se non vengono quasi mai utilizzati. In questo caso è meglio interrompere questi servizi o eliminarli automaticamente e avviarli solo se sono necessari.

Per rimuovere le applicazioni dall'avvio alla 10.04, andare a Sistema> Preferenze> Applicazioni di avvio (potrebbe essere leggermente diverso su altre versioni)

Il 12.04, puoi selezionare le applicazioni di avvio facendo clic su Icona di Dash. Quindi, digitare startup e selezionare "startup applications".




alt text

E basta deselezionare le app che non ti servono. Ma essere sicuro su di esso, non solo rimuovere le app che non conosci. Se non ne sei sicuro, lascia in questo modo. Una ricerca su google o una nuova domanda qui su programmi specifici aiuteranno.


98
2017-08-30 12:22



Bene! semplice ed efficace Personalmente disattivo le cose relative al bluetooth, dal momento che il mio portatile non ce l'ha. - Decio Lira
Puoi spiegare / aggiungere un link che spiega come visualizzare e disabilitare / abilitare i servizi in Ubuntu. - Skizz
Per gli utenti di Kubuntu / KDE, l'equivalente è: Pulsante Start Menu -> Impostazioni di sistema -> Amministrazione sistema -> Avvio e spegnimento. Ci sono due sezioni, una per "Autostart" e una per "Service Manager" (per i daemon a lunga esecuzione) e si possono entrambi i servizi start-stop e assicurarsi che non vengano avviati come parte della sequenza di avvio standard. - arielf


[Disclaimer] Amministrare quanto segue a proprio rischio.

Tushar Neupaney dà questi consigli Qui:

1. Usa applicazioni più leggere (sostituisci le applicazioni predefinite con loro)

  • Gedit >> Tappetino per mouse
  • Visualizzatore di immagini (EOG ...) >> Gpicview
  • Gestore di rete >> Wicd
  • Evince >> epdfview

2. Diminuisci lo swappiness

  • sudo vim /etc/sysctl.conf 

    Modifica: vm.swappiness = 10

3. Per dual core (usare la concorrenza)

  • sudo vim /etc/init.d/rc 

    Modifica: CONCURRENCY = shell

    conchiglia l'opzione è ora obsoleta. Il valore predefinito è makefile e conchiglia è entro il 2010-05-14 uno pseudonimo per makefile.

4. Pulisci la cache di apt in / var / cache / apt / archives e l'elenco di apt-sources non necessario in /etc/apt/sources.list

  • sudo apt-get autoclean 

5. Installa BUM (gestore avvio) 

  • sudo apt-get install bum

    Rimuovere applicazioni e servizi non necessari all'avvio

6. Rimuovere alcuni TTY non necessari 

  • sudo vim /etc/default/console-setup 

    Modifica: ACTIVE_CONSOLES = "/ dev / tty [1-3]"

    Nota: goto /etc/init/ e cambia i file di tty che tu NON volere. Modificali e commenta le righe iniziando con "start on runlevel". Quindi, in questo caso, commenterai la riga di partenza nei file "tty4.conf" in "tty6.conf".

7. Installa il Prelink 

  • sudo apt-get install prelink 
  • sudo vim /etc/default/prelink 

    Modifica: PRELINKING = Sì

  • sudo /etc/cron.daily/prelink

    In realtà, Prelink è inutili da quando Feisty Fawn (perché Ubuntu usa un linker di runtime molto efficace ora). Inoltre, è invadente: modifica direttamente i file eseguibili e alla fine li può distruggere. NON fallo.

8. Installa il precarico 

  • sudo apt-get install preload 

9. Sbarazzati di kinit se non usi le funzioni di ibernazione e sonno. 

  • sudo vim /etc/initramfs-tools/conf.d/resume 

    Modifica: Commento (Inserisci # davanti a) RESUME = XXXX .........................


73



Questo non fornisce alcuna informazione sul perché dovremmo seguire il tuo consiglio. Alcuni contesti e benchmark per favore. - The Pixel Developer
Ho modificato per aggiungere il 'contesto' richiesto ;-) - desgua
Stavo cercando il numero 3 e i commenti sopra la riga per cambiare elencato le opzioni valide e 'shell' non era uno di loro. Questa risposta è vecchia? Il commento non mi ha detto tutte le opzioni? - John
Ho provato anche il numero 3 nonostante quell'opzione "shell" non fosse menzionata come valida. Dopo l'avvio di modifica è stato impiegato due volte di più rispetto a quando la concorrenza era impostata su "nessuno". Quindi sono tornato alle impostazioni originali. - Wojciech
sed -i -r '1s/(^[^#])/#\1/g' /etc/initramfs-tools/conf.d/resume una riga ma aggiungi solo il commento se non esiste - bravo aggiungi in script :) - SergioAraujo


Diminuisci il timeout del menu del caricatore di avvio

Sembra banale, ma ho trovato che i 10 secondi predefiniti in Ubuntu sono troppo lunghi per i miei gusti. Supponiamo che il mio schermo impieghi un po 'per regolare automaticamente la ris, vedo il contatore che legge 8 secondi a prima vista.

Modificherei il timeout a 3 secondi, dandomi un secondo per vedere il menu di avvio (tenendo conto del tempo in cui il mio schermo si adatta alla risoluzione). Un sacco di tempo, come premendo i tasti freccia per selezionare un altro elemento si ferma il contatore.

larva (prima delle 9.10 Karmic)

sudo -i gedit /boot/grub/menu.lst

Trova e modifica il "TEMPO SCADUTO"linea

Grub 2 (nuove installazioni di 9.10 Karmic e dopo)

sudo -i gedit /etc/default/grub

Trova e modifica il "GRUB_TIMEOUT"linea e corri sudo update-grub


42





Ho sperimentato un aumento delle prestazioni dopo aver aggiunto il "noatime"opzione per i miei filesystem (ext4 e reiserfs).

Non posso fornire test di velocità, ma vi invito a provarlo e vedere voi stessi.

Risorse utili al forum di Ubuntu: Salvataggio del disco rigido con noatime in fstab.


31



non è forse già il default in ubuntu? - ImaginaryRobots
@ImaginaryRobots: "Ho sperimentato un incremento delle prestazioni dopo aver aggiunto l'opzione noatime ai miei filesystem (ext4 e reiserfs)." - Intendi "relatime"? - No, intendevo "noatime": D - dag729
Ciò potrebbe rompere alcuni software di posta elettronica che si basano su questa funzione e alcuni strumenti di backup. Ma per l'utente occasionale questo dovrebbe essere OK in quanto né Thunderbird, né Evolution sarebbero interessati. Anche se su Ubuntu, passare da relatime (default) a noatime non porterà molti miglioramenti. Vedere lwn.net/Articles/244829 come funziona la relatività e capirai che ridurrà drasticamente il numero di aggiornamenti dell'ultimo accesso. - Huygens


Se sei a corto di RAM, usa zramswap o zram-config dai repository di Ubuntu. È lo scambio virtuale che comprime i contenuti RAM inutilizzati invece di metterli su disco (che di solito blocca il sistema dopo aver colpito la barriera RAM). Conosco poca o nessuna perdita di prestazioni invece di congelare il sistema ogni volta che esaurisco la RAM.

Funziona solo su Natty e su (perché avrai bisogno del kernel 2.6.37.1 o successivo). Per i sistemi più vecchi è possibile utilizzare compcache, ma dovrai configurarlo manualmente.

Per quelli che non hanno mai raggiunto il limite della RAM, comunque, dà comunque un po 'di velocità ai sistemi HDD, ma faresti meglio a farlo diminuire la swappiness per ottenere lo stesso effetto.

Utenti SSD: molto probabilmente non si verificheranno aumenti di velocità, ma zramswap può ridurre sensibilmente l'usura delle unità SSD.


31



Sembra un'app molto utile da avere! - Decio Lira
È utile per i sistemi a bassa RAM, mi chiedo perché non è installato di default per tali sistemi? - NoBugs
@NoBugs perché gli sviluppatori di Ubuntu sono molto conservatori. Ma è abilitato di default su Ubuntu Phone. - Shnatsel
@Shnatsel "Google utilizza zram in Chrome OS ed è anche disponibile come opzione per dispositivi Android 4.4" (en.wikipedia.org/wiki/Zram) - NoBugs


Non sono sicuro che la mia risposta sarebbe idonea, perché Ubuntu di solito significa che le varianti di GNOME e Ubuntu che usano alternative più leggere hanno nomi leggermente diversi, come Xubuntu.

Sbarazzarsi di GNOME è la prima cosa che di solito suggerisco. Se sei soddisfatto di qualcosa di leggero come fluxbox, fallo.


20



So che Archlinux non è Ubuntu, ma ho visto un aumento delle prestazioni esagerato quando ho installato Ratpoison sul mio box Archlinux (sì, decisamente troppo minimale per qualcuno, ma ancora un potenziamento nitro per il tuo box) - dag729
D'accordo, prova XMonad, è fantastico. - Robert Massaioli
+1. Oppure installa Ubuntu, ma passa a xfce dopo l'installazione. - David Oneill
XFCE è un po 'più veloce, ma solo un po' e utilizza la stessa quantità di risorse. Prova Enlightenment (ad esempio Bodhi Linux è Ubuntu 10.04 con Enlightenment), è molto leggero e presenta ancora alcuni effetti visivi di Compiz. Oppure prova LXDE o Fluxbox, Linux Mint sembra averli integrati bene. - Shnatsel


Cambia il tuo disco meccanico per un SSD

Le unità a stato solido sono molto più veloci e sembrano essere le più collo di bottiglia in quasi tutti i computer al giorno d'oggi.

Io, per esempio, ho avuto una diminuzione del tempo di avvio da ~ 15 secondi a ~ 3 secondi, e una grande diminuzione nelle app di primo avvio (Firefox, ad esempio, da ~ 5 secondi a meno di un secondo).

Vuoi qualche punto di riferimento? Qui è uno.


19



Se il computer è vecchio, questo potrebbe funzionare meccanicamente (ad esempio SSD con connettore IDE), ma come previsto: un aumento della velocità dipenderà da altri colli di bottiglia del sistema (ad esempio connettori IDE, ad esempio :) - nutty about natty
Sono sorpreso che questa risposta non ottenga più voti positivi. - WinEunuuchs2Unix